Il Rossetti a Miramare: sogno nei tramonti di mezza estate

Il Rossetti a Miramare: sogno nei tramonti di mezza estate

Il Rossetti a Miramare: sogno nei tramonti di mezza estate

La sinergia fra il Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare ed il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia si consolida e incrementa nell’estate 2021, dando vita a “Il Rossetti a Miramare: sogno nei tramonti di mezza estate” che a partire dal 9 luglio e per un mese, prevede la programmazione di quattro spettacoli negli spazi esterni e interni di Miramare.

La rassegna – che si svolgerà a partire dal tramonto, orario in cui il Parco abitualmente viene chiuso al pubblico – rappresenta dunque una reciproca valorizzazione delle potenzialità culturali e artistiche di due istituzioni di eccellenza della regione, e al contempo un arricchimento della proposta turistica estiva del territorio e della città.

Nata da un progetto di ospitalità che Miramare ha intrapreso lo scorso anno a favore delle istituzioni culturali locali che non avevano modo di tenere spettacoli all’interno delle loro strutture la collaborazione con il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia si è rafforzata e sviluppata moltissimo, e per questa estate ha addirittura raddoppiato il palinsesto che è stato pensato in esclusiva per il contesto storico e culturale nel quale è inserito. Una delle novità è il coinvolgimento di alcune zone del parco, che non saranno solo sfondi scenografici ma diventeranno protagonisti della narrazione. Grazie alla lungimiranza e alla sensibilità dei vertici de Il Rossetti Miramare sarà davvero al centro di un programma suggestivo e affascinante.

IL PROGRAMMA

Il programma di “Il Rossetti a Miramare: sogno nei tramonti di mezza estate” sarà inaugurato il 9 luglio alle 19.30 dalla “Dante-Symphonie” di Franz Liszt eseguita dalla FVG Orchestra e dal Coro del Friuli Venezia Giulia con la direzione del Maestro Paolo Paroni. La sinfonia sarà impreziosita da letture dalla “Divina Commedia” di cui saranno protagonisti Alessandro Preziosi – un artista di grande intensità, che ha con lo Stabile regionale un legame significativo – e Zoe Pernici, attrice che ha preso parte alle produzioni recenti del Teatro.

La sinfonia, conclusa da Liszt nel 1856, lo stesso anno in cui iniziò la costruzione del Castello, assume un significato particolare in questo luogo e naturalmente rappresenta un omaggio a Dante nel 700esimo anniversario della morte.

Fra il 13 e il 25 luglio, ogni sera si susseguiranno ogni sera le repliche di “I bagni di Trieste” alle ore 20 al Porticciolo e di “A Sarajevo il 28 giugno” alle ore 21.30 in spazi interni ed esterni al Castello. Sono entrambi spettacoli a cura di Franco Però, che ritornano nel cartellone dopo il successo ottenuto lo scorso anno.

“I bagni di Trieste” interpretato da Romina Colbasso, Riccardo Maranzana, Jacopo Morra, Maria Grazia Plos indaga nel rapporto potente ed essenziale che chi vive a Trieste instaura con il mare. Un percorso che passa attraverso le parole di grandi autori triestini di diverse generazioni, ma accomunati da una simbiosi con il mare, vissuto soprattutto d’estate, negli stabilimenti che punteggiano la costa, fra piccole abitudini, riti stagionali e nostalgie di gioventù.

“A Sarajevo il 28 giugno” di Gilberto Forti avrà come protagonisti Filippo Borghi, Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Francesco Migliaccio che daranno voce ai testimoni – di diverse esperienze ed estrazioni sociali – dell’attentato all’Arciduca Francesco Ferdinando. I personaggi attendono il pubblico in diversi luoghi, in un’ambientazione suggestiva e storicamente appropriata, e danno voce allo sgomento, alla pietas, all’angoscia che quel drammatico episodio portò in ognuna delle loro vite, aprendo la strada alla prima guerra mondiale. 

Dal 27 luglio all’8 agosto alle 19.30, infine, andrà in scena “Shakespeare in the Park” una novità assoluta a cura di Paolo Valerio, che coinvolgerà molti degli attori di riferimento dello Stabile: Filippo Borghi, Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Andrea Germani, Riccardo Maranzana, Francesco Migliaccio, Jacopo Morra, Zoe Pernici, Maria Grazia Plos.

Lo spettacolo sarà molto suggestivo e renderà Shakespeare protagonista dei tramonti estivi a Miramare, dove Massimiliano d’Asburgo, riconoscendogli un ruolo fondamentale nella propria cultura, pone un suo busto assieme a quelli di Omero, Dante e Goethe.

Paolo Valerio vi delinea un doppio itinerario, connotato dalla passione, dalle emozioni e dalla bellezza: spaziale (toccando diversi punti del Parco e del Castello) e letterario (attraversando la produzione drammaturgica e poetica del grande elisabettiano). Gli spettatori divisi in gruppi, si muoveranno negli spazi di Miramare ascoltando versi dai sonetti, dialoghi dalle opere teatrali, ma potranno anche essere catturati da momenti musicali o coreografici, incontrare i personaggi dei drammi e delle commedie più amati, incastonati in uno sfondo naturale incantevole e perfettamente armonizzato ai contenuti. Lo spettacolo si avvierà al tramonto e proseguirà fino allo svanire della luce naturale.

BIGLIETTI

I biglietti per tutti gli spettacoli saranno disponibili a partire da martedì 15 giugno presso i punti vendita consueti del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e sui circuiti internet. È fortemente consigliato l’acquisto in prevendita, vista la limitatezza dei posti disponibili.

Per “Sinfonia Dante” il prezzo dei biglietti sarà di €30 (Intero) e €25 (ridotto); per “I bagni di Trieste” e “A Sarajevo il 28 giugno” €8 (Intero) ed €5 (Ridotto) e per “Shakespeare in the Park” €12 (Intero) ed €8 (Ridotto).

Riservato agli abbonati del Teatro Stabile regionale il pacchetto completo per vedere tutti gli spettacoli ad €36.

AVVISO AL PUBBLICO:

Il Parco ed il Castello di Miramare
sono regolarmente aperti con il consueto orario.