Franz Xaver Winterhalter (1805-1873), La principessa Carlotta da bambina, olio su tela, 1842 ca

Franz Xaver Winterhalter (1805-1873), La principessa Carlotta da bambina, olio su tela, 1842 ca

Franz Xaver Winterhalter (1805-1873), La principessa Carlotta da bambina, olio su tela, 1842 ca

Collocazione: Sala V – Biblioteca

Il ritratto di Carlotta da bambina è una copia di un dipinto di proprietà di sua Maestà la regina Elisabetta II, conservato a Buckingham Palace. L’opera era stata donata alla regina Vittoria da Maria Luisa d’Orléans, madre di Carlotta e regina del Belgio, nel Natale 1842. Veniva così esaudito un desiderio più volte espresso dalla regina d’Inghilterra di avere un ritratto della principessa, sua giovane cugina. Altre due versioni dello stesso ritratto sono conservate a Versailles e in Belgio. L’artista Franz Xaver Winterhalter fu introdotto presso le corti francese e inglese proprio dalla Casa reale belga, divenendo in seguito molto conosciuto.

Nel dipinto di Miramare, la principessa è ritratta con un vestito bianco dalle maniche corte, ornato di fiocchi azzurri. È seduta su un cuscino rosso e regge tra le braccia dei fiori, molto probabilmente camelie e giacinti. Carlotta ha un’acconciatura a boccoli, con scriminatura centrale, che incornicia un volto dai grandi occhi scuri e guance paffute. Il ritratto è molto affine per alcuni aspetti stilistici alla versione inglese, che, come riportato in una lettera della madre Maria Luisa d’Orléans, era molto somigliante nel viso e rendeva molto bene il carattere della bambina.

CHIUSURA TEMPORANEA

Si avvisano i sigg. visitatori che
il Museo Storico ed il Parco del Castello di Miramare,
adeguandosi all’ordinanza del 23 febbraio 2020 del Ministero della Salute d’intesa con il Presidente
della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia,

SOSPENDONO I SERVIZI DI APERTURA AL PUBBLICO

L’ordinanza contingibile e urgente fissa misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica
da COVID-19 ed in particolare la

“Sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’articolo 101 del Codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al D.Lgs. 42/2004, nonché dell’efficacia delle disposizioni regolamentari sull’accesso libero o gratuito a tali istituti o luoghi.”

La Direzione si scusa per il disagio.