Tavolino. Marmo nero del Belgio, paste vitree, legno dorato, XIX sec.

Tavolino. Marmo nero del Belgio, paste vitree, legno dorato, XIX sec.

Tavolino. Marmo nero del Belgio, paste vitree, legno dorato, XIX sec.

Collocazione: Sala XIV – Sala dei Regnanti

Secondo la tradizione questo tavolino fu un dono di nozze del papa Pio IX in occasione del matrimonio di Massimiliano e Carlotta; benché non sia possibile confermare questa tradizione su base documentaria, è plausibile che il tavolino fosse in effetti un dono del pontefice alla coppia arciducale.

La decorazione a micromosaico era tipica infatti in ambito romano nella prima metà del XIX secolo e oggetti analoghi figuravano spesso tra i doni dei pontefici a sovrani o diplomatici in visita.

La decorazione a mosaico minuto si compone di un tondo centrale con una veduta di San Pietro e sei ovali entro cui sono raffigurati monumenti dell’antichità romana, il Colosseo, le rovine del Foro, la tomba di Cecilia Metella, il Pantheon, il tempio di Vesta e l’arco di Tito.

Su questo tavolino Massimiliano firmò l’impegno ad accettare la corona del Messico: nel quadro di Cesare dell’Acqua che ricorda l’evento, esposto nella Sala Storica del Museo, si riconosce a fianco dell’arciduca.

APERTURA AL PUBBLICO DEL MUSEO

Il Castello di Miramare è aperto
dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 19
ed il sabato e la domenica con orario continuato dalle 9 alle 19
(ultimo ingresso ore 18.30).
Il Parco di Miramare è aperto tutti i giorni con orario 8 – 19.
Si avvisano i gentili visitatori che gli appartamenti
del Duca d’Aosta non sono accessibili
a causa di lavori di restauro.