MASSIMILIANO e MANET. Un incontro multimediale

MASSIMILIANO e MANET. Un incontro multimediale

MASSIMILIANO e MANET. Un incontro multimediale

La mostra MASSIMILIANO e MANET. Un incontro multimediale, a cura di Andreina Contessa, Rossella Fabiani e Silvia Pinna, ha riscontrato finora un grande successo di pubblico ed è stata prorogata fino a domenica 6 gennaio 2019.

L’itinerario – promosso dal Museo storico e il Parco del Castello di Miramare e prodotto da Civita Tre Venezie Villaggio Globale International – ha dato vita all’incontro impossibile tra l’imperatore del Messico, Massimiliano D’Asburgo, fucilato nel 1867, e il grande pittore francese Édouard Manet, autore di quattro versioni de L’Exécution de Maximilien. Grazie a una dimensione immersiva di suoni, proiezioni, ambienti ricreati e attraverso diverse testimonianze vengono ripercorse le tappe di questa vicenda, da Miramare al Messico a Parigi. Ad accompagnare i visitatori è la narrazione ideata dallo sceneggiatore Alessandro Sisti e recitata da Lorenzo Acquaviva, che nei panni di Massimiliano racconta in prima persona le preoccupazioni dell’imperatore, il suo amore per Carlotta e per Trieste e il suo impegno per il Messico.

A chiudere il percorso sono i video di due giovani artisti Calixto Ramírez eEnrique Méndez de Hoyos, che si confrontano con una vicenda cruciale della storia del loro Paese e offrono uno sguardo che restituisce alla (nostra) prospettiva europea la lente d’ingrandimento messicana, intrecciando presente e passato, storia e arte.

CHIUSURA TEMPORANEA

Si avvisano i sigg. visitatori che
il Museo Storico ed il Parco del Castello di Miramare,
adeguandosi all’ordinanza del 23 febbraio 2020 del Ministero della Salute d’intesa con il Presidente
della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia,

SOSPENDONO I SERVIZI DI APERTURA AL PUBBLICO

L’ordinanza contingibile e urgente fissa misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica
da COVID-19 ed in particolare la

“Sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’articolo 101 del Codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al D.Lgs. 42/2004, nonché dell’efficacia delle disposizioni regolamentari sull’accesso libero o gratuito a tali istituti o luoghi.”

La Direzione si scusa per il disagio.